L’attesa per Guardiani della Galassia Vol. 2!

Manca poco all’uscita di Guardiani della Galassia Vol. 2 e l’attesa per il film Marvel è alle stelle.

Prima del 2014 i personaggi legati alle avventure dei Guardiani della Galassia era sostanzialmente sconosciuti in Italia. Se non a quei appassionati lettori Marvel che leggevano volumi collaterali senza una cadenza fissa. Volumi dove i Guardiani apparivano di tanto in tanto.

 Sono, per esempio, apparsi nella mini serie “La Guerra dei Re” nei grandi Crossover che la Panini Italia ha portato in stampa dal dicembre 2009.

Non avendo quello che si definisce “un pubblico” i Guardiani della Galassia erano considerati personaggi secondari.

I Marvel Studios nel 2012 annunciarono al grande pubblico del San Diego Comic-Con che il film sui Guardiani della Galassia avrebbe visto la luce e che la sua data di distribuzione negli Stati Uniti era fissata per il primo agosto 2014. E in Italia i fan Marvel, preoccupati dagli spoiler provenienti da altri paesi, si lamentarono molto sui social network.

Il clamoroso ritardo della distribuzione italiana si può attribuire alla somma di vari fattori, tra cui:

• In Italia i mesi estivi spingono poco il pubblico al cinema.

• I personaggi sono completamente sconosciuti al grande pubblico.

Purtroppo nonostante proteste e petizioni non si ottenne un anticipo della release.
In Italia Guardiani della Galassia venne distribuito il 22 ottobre dello stesso anno.
Nel nostro paese e nel resto del mondo il film diretto da James Gunn venne eletto il Miglior film Marvel di sempre.

Un’atmosfera retrò in una ambientazione futuristica, paragonata dai più a Star Wars, con chiari riferimenti al cinema cult anni ottanta ha conquistato il cuore di tutti i trentenni e affascinato i più giovani.

E oggi siamo in attesa del secondo capitolo. Cosa non cambia?

Quello che non cambia in Guardiani della Galassia Vol. 2 rispetto al primo capitolo è davvero poco.
Ritroveremo i cinque protagonisti del primo film: Star Lord, Gamora, Drax il distruttore, Groot e Rocket Raccoon. Non cambierà nemmeno l’humor intelligente che ha contraddistinto la pellicola anche in relazione agli altri film dei Marvel Studios.

Cosa cambia?

Quasi tutto. Ed ecco la mossa geniale del regista e sceneggiatore James Gunn. I personaggi alla fine del primo film stringono tutti insieme una gemma dell’infinito. Questo, ha dichiarato il regista, li ha profondamente cambiati. La gemma ha avuto degli effetti su di loro che noteremo in questo film.

L’enorme Groot che si è sacrificato, in una bellissima scena di Guardiani della Galassia, adesso sta ricrescendo piano piano (il potere di rigenerazione di Groot c’è anche nei fumetti) e lo ritroviamo come baby Groot. Una specie di mascotte del gruppo che farà innamorare tutti i fan (sopratutto le ragazze) e farà impazzare il merchandising. Insomma una mossa davvero azzeccata.

 

Ci sono nuovi personaggi. Mantis si unirà alla squadra e su di lei abbiamo diversi punti interrogativi, poiché nei fumetti ha avuto una storia travagliata. In riferimento alla mini serie “La guerra dei re” dei fumetti, per esempio, è lei a riunire i Guardiani e a usare poteri telepatici per convincere altri membri a unirsi e aiutarli. Potrebbero così essere persuasi i Ravagers ad aiutare Star Lord e i suoi compagni? Nella sua storia Mantis è stata anche una dei vendicatori, potrebbe aggiungersi al team in Avenegers: Infinity War?

Ayesha è la grande sacerdotessa del popolo dei Sovereign, Ego è il padre di Peter Quill e tra i Nova Corps ci sarà un nuovo personaggio interpretato da Sylvester Stallone sul quale aleggia un bel mistero poiché il regista di Guardiani della Galassia Vol.2 l’ha descritto come importante nell’universo Marvel. James Gunn ha anche affermato che questo film sarà più grande del precedente ma molto più incentrato sulle personalità dei protagonisti.

Non ci resta che aspettare che sia il 25 aprile per l’esordio cinematografico di Guardiani della Galassia Vol.2 il quindicesimo film del Marvel Cinematic Universe (MCU).

237 views

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *