Kevin Feige e Amy Pascal parlano di Spider-Man: Homecoming e del sequel

Collider ha intervistato Kevin Feige e Amy Pascal sia per parlare di Spider-Man: Homecoming che per avere delle indiscrezioni sul sequel.

Collider: Allora comincerò con la grande domanda: cosa sarebbe successo se Robert Downey Jr. avesse detto no?

AMY PASCAL: Sarebbe stato un male.

KEVIN FEIGE: Abbiamo sempre un piano alternativo.

PASCAL: Sì!

FEIGE: Noi abbiamo sempre un piano di riserva che…

PASCAL: Non sarebbe stato un buon piano.

FEIGE: Ma no, la cosa miracolosa è che il piano A ha funzionato per la maggior parte del tempo. Ma sarebbe stato un film meno sicuro, [se avessimo cambiato piano] ma ci sarebbe stato un film.

PASCAL: Ma la cosa è che Downey era effettivamente coinvolto nel casting. 

FEIGE: In realtà ama tutto questo e quando gli abbiamo detto, per la prima volta, sulla possibilità di partecipare a Spider-Man, era altrettanto sbalordito e meravigliato come tutti noi.

Collider: Se si fosse utilizzato il piano B il film avrebbe avuto lo stesso titolo o no?

FEIGE: No.

PASCAL: No.

Collider: Sarebbe difficile gestire il sequel con il titolo di Spider-Man: Homecoming 2.

PASCAL: Non si intitolerà Spider-Man: Homecoming 2. Posso promettertelo, non sarà chiamato così.

FEIGE: Penso che sarà… questo film era fondamentalmente un film di Spider-Man “Con sottotitolo”.

PASCAL: Spider-Man “Sottotitolo”.

FEIGE: E il prossimo sarà Spider-Man “Sottotitolo”.

Collider: Okay quindi non ci sarà “2” nel titolo.

PASCAL: No.

FEIGE: Ma internamente lo chiamiamo “Homecoming 2”

Collider: Ovviamente non sarà “Homecoming”, ma l’idea è quella

PASCAL: 100%.

Collider: Per il pubblico è difficile comprendere le dinamica tra Sony e Marvel.

PASCAL: Non è facile.

Collider: In origine Sony ha pagato a Marvel una tassa ogni volta che hanno fatto un film di Spider-Man. Adesso hai negoziato i personaggi. È giusto, potete parlare di ciò che è esattamente … e quale è il tipo di rapporto commerciale?

FEIGE: No, non posso, perché io non sono l’avvocato o la persona atta a ciò. Ma so che è relativamente semplice in quanto è un film Sony e Sony ha pagato per questo. Marvel e Disney possiedono tutti i diritti relativi al merchandising di Spider-Man.

PASCAL: Sì, per tutti i mercati.

FEIGE: Sì, ma la mia attenzione era sempre e resta sempre la stessa: posso fare un film di Spider-Man? Mette Spider-Man in un film Avengers? Questo è tutto.

PASCAL: E per essere onesti, è così che è successo. È accaduto perché Kevin è venuto da me e ha detto: “sai che amo Spider-Man e voglio realmente fare il film Spider-Man e ho un’idea per quello che dovremmo fare”. Così è accaduto.

Collider: Tom ha detto che l’idea è una trilogia, dove ogni anno è nella classe successiva.

PASCAL: Giusto, ma penso che al momento ci stiamo concentrando solo sul prossimo film adesso.

Collider: La mia domanda è questa: ho sentito che vi era un accordo di due film. L’accordo è di due film, o è un’offerta per tre film?

FEIGE: No, il contratto di Tom Holland è per tre film. O sette.

PASCAL: Sì, tre o sette. 

FEIGE: Cinque, Civil War, Homecoming, Infinity War, Avengers senza titolo, Homecoming 2. Cinque film con Spider-Man nella MCU. “Sei? Sette? Otto? “

PASCAL: È vero.

Collider: Ma la cosa che penso è che tante persone non godono più del momento perché stanno sempre guardando avanti.

PASCAL: lo so, stiamo cercando di fargli godere del momento.

Collider: Assolutamente. Comunque una delle cose che ho visto è che ci sono cinque sceneggiatori. Molte persone hanno ottenuto crediti, ma una delle cose che mi ha impressionato veramente sulla sceneggiatura è che voi avete preso una direzione diversa. Un strada in cui Spider-Man non ha sulla coscienza il peso di un evento passato. È una versione completamente diversa di Spidey da quello che abbiamo mai visto nei precedenti film.

PASCAL: Beh, è ​​perché è nella MCU. Ora quello che è, è in contrasto con altri personaggi che sono adulti e lui è un ragazzo cosa che doveva essere fin dall’inizio.

Collider: Certo, ma perché non avete toccato veramente l’origini in questo film? Ci sono due battute in tutto il film …

PASCAL: Giusto, e questo è tutto ciò che serve, non pensi?

Collider: Sì, d’accordo.

PASCAL: Penso che il dramma che la zia May abbia passato, il pubblico lo percepisca. Non credo che si debba sapere di più.

Collider: Sì, ma non è così la norma di un film di Spider-Man, perché in tutti gli altri film l’origine è fondamentale.

PASCAL: Sì, questo è uno dei vantaggi di farlo insieme [alla Marvel].

Collider: Quindi vorrei chiedere se c’è mai stata una versione precedente degli script che maggiormente si concentrava sulle origini?

PASCAL: No.

FEIGE: Mai.

PASCAL: Mai.

PASCAL: No. Questa è sempre stata l’idea. Quella di fare un film effervescente, fresco vicino al fumetto.

Collider: Amavo il personaggio dell’Avvoltoio. Un duro e ho creduto alla sua storia.

PASCAL: Sì.

Collider: Avete sempre pensato all’Avvoltoio?

PASCAL: Sì.

FEIGE: Sì.

PASCAL: Sempre. Ci è piaciuto il costume e le cose che ha fatto.

FEIGE: Sono andato a vedere Amy quattro o cinque volte nel corso dello svolgimento del progetto. Abbiamo parlato di ogni singola cosa da Spidey, all’Avvoltoio, dall’MCU a Tony che gli dà il costume. Tra le prime vi è stata il titolo “Homecoming”.

PASCAL: Sì, in realtà era in quel primo pranzo che abbiamo parlato di “Homecoming”.

Collider: Questo è pazzesco.

PASCAL: lo so. Kevin è davvero intelligente.

Collider: Quindi hai detto piano A per questo film la presenza di Iron Man. Nel Il piano B c’era ancora Avvoltoio?

PASCAL: Sì.

FEIGE: Sì.

Collider: Quindi era una questione di quale altro personaggio di Marvel sarebbe stato …

FEIGE: Non abbiamo dovuto spendere molto tempo pensando al piano B perché il piano A ha avuto subito esito positivo, ma sì, in caso avessimo utilizzato il piano B ci sarebbe stato comunque l’avvoltoio.

Collider: A chi è venuto l’idea dei video di Captain America?

PASCAL: Jon?

FEIGE: Probabilmente Jon Watts. Potrebbero essere stati anche alcuni degli sceneggiatori. Potrebbe essere stata la nostra prima conversazione su come incorporare le cose MCU senza essere troppo pressanti. 

FEIGE: E mi ricordo abbiamo pensato che erano divertenti e ovviamente Captain li avrebbe dovuti fare.

Collider: La scena dei post crediti con Captain è una delle mie preferite.

PASCAL: È incredibilmente perfetto, vero? Funziona.

Collider: Avete fin da subito pensato che quella scena doveva essere presente o ne avevate pensata un’altra?

FEIGE: Molto raramente queste scene si scrivono nella fase di sviluppo, quasi sempre in fase di post produzione. 

Collider: Tom e alcune persone della Marvel, dicono che il sequel uscirà fra due anni. 

PASCAL: Credo che sia prima, ma …

Collider Già, perché ho sentito che i lavori dovrebbero iniziare il prossimo anno, quindi la mia domanda è …

PASCAL: Non lo so, forse vuole una vacanza o qualcosa del genere  [riferito a Tom Holland].

FEIGE: La preparazione inizia ad agosto.

PASCAL: Il prossimo mese.

Collider: Beh, Quando inizierete a girare?

PASCAL: Già stiamo pensando di iniziare ad aprile o maggio 2018.

FEIGE: Credo di sì, sì.

Collider: Ci sarà un altro personaggio MCU nel sequel. Sapete già chi sarà e non lo ha ancora annunciato?

FEIGE: È la stessa cosa. Abbiamo avuto molte discussioni, molte idee. Ma non ti dirò nulla.

PASCAL: Sapevo che l’avresti chiesto.

Collider: Può Spider-Man oscillare tra MCU e film di Venom o anche quest’ultimo ne farà alla fine parte?

FEIGE: Sarebbe il caso perché probabilmente sarebbe un’azione molto intelligente. Ma come ho già detto, non so molto, so solo che hanno iniziato con il casting Tom Hardy.

PASCAL: È abbastanza intelligente.

Spider-Man non apparirà in nessuno di questi spinoff per ora?

PASCAL: per ora, corretto. Tutti fanno parte dell’universo fumettistico Marvel. Ma non tutti sono parte di Marvel Cinematic Universe. 

PASCAL: Adesso, è come Iron Man quando hai fatto il primo Iron Man. Questi primi film stabiliranno le basi di questi personaggi.

FEIGE: Questo è molto intelligente e abbiamo parlato prima di ciò  quando abbiamo iniziato Iron Man I, non ci siamo seduti e abbiamo fatto un universo cinematografico. Abbiamo detto: facciamo un buon film su Iron Man.

PASCAL: Certo, abbiamo detto facciamo un buon film.

Collider: La mia ultima cosa. Chi sta scrivendo la sceneggiatura del sequel Spider-Man?

FEIGE: Presto sarà annunciato.

Collider: Quindi non hai … è Jon [Watts]?

FEIGE: Come ha detto nella conferenza stampa, “sarebbe bello, fare il prossimo. Oh, che sarebbe fantastico.  abbiamo appena finito questo film …

PASCAL: Sì, un minuto fa.

FEIGE: Tre settimane fa.

 

491 views

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *