Ecco cosa potrebbe esservi sfuggito durante la visione di Thor Ragnarok

Siete pronti a scoprire tutti i segreti, gli easter eggs e omaggi che presenti in Thor Ragnarok. ma attenzione:

 

Spoiler Inside

I più attenti avranno notato che alcune scene dei trailer non sono nel film, ma qualcuna addirittura è stata proprio cambiata. 

Una di queste è quella che mostra la distruzione del Martello di Thor,  il Mjolnir, da parte di Hela.
Nei trailer viene mostrato due volte e in due posti diversi.

Nel primo trailer avveniva in un vicolo di New York, ma in una seconda clip in una landa (scopriremo essere la Norvegia). Questo ha generato molti dubbi tra i fan, che solo durante la visione hanno scoperto che era la seconda quella presente nel film mentre la prima era più un jokes inside. Infatti se notate dietro Thor compare il graffito “Skux Life” ovvero un riferimento alla frase che spesso dice il protagonista del film Selvaggi in fuga, diretto da Taika Waititi. La frase che dice è “I didn’t choose the Skux life, the Skux life chose me”.

Le origini di Hela sono drasticamente cambiate rispetto a quelle del fumetto, La dea nel film è la primogenita di Odino, con il quale ha conquistato i nove regni. Nei fumetti le sue origini sono decisamente più complesse. Ma mantiene certe abitudini familiari. Infatti come il fratellastro Loki, anche lei quando incontra chi reputa suo inferiore gli ordina di inginocchiarsi al suo cospetto. Vi ricorderete che la stessa cosa disse Loki ai terrestri in The Avengers (2012). Nei fumetti esiste una sorella segreta di Thor, ma si chiama Angela.

Nella scena che mostra Loki e il Gran Maestro seduti ad assistere allo scontro tra Hulk e Thor, si può notare dietro il Dio dell’inganno un particolare disegno. Questo disegno è un esatta riproduzione di un disegno di Jack “King” Kirby apparso in Fantastic Four” vol.1 n.64. Inoltre molti personaggi indossano vestiti e hanno staffe come i celestiali creati dal “King”.

 

Hela quando fa cadere il Guanto dell’Infinito conservato nella sala delle reliquie di Asgard, dice che è un falso. La domanda è: Come è possibile che Odino non l’abbia capito?
Oppure Odino ne è a conoscenza e ha conservato il falso per far credere ai suoi sudditi che il guanto dell’infinito è al sicuro. 

Il fatto che sia un falso mette a tacere tante voci dei fan che avevano insinuato la presenza di due guanti dell’infinito.

Chi sperava di sapere finalmente il nome della Valchiria interpretata da Tessa Thompson, rimarrà deluso. In questo film non verrà mai detto ma sappiamo che è nominata come Scrapper 142. Questo numero non sembra essere casuale, ma un riferimento a The Incredible Hulk #142  nel quale apparve per la prima volta la Valchiria Brunnhilde.

Quando Thor e Loki arrivano sulla Terra per recuperare Odino, sono dinanzi alle macerie di una casa di riposo chiamata “Shady Acres”. Questo nome non è casuale. Infatti è lo stesso nome dell’istituto psichiatrico dove Ace Ventura cerca di infiltrarsi, ma anche la casa di riposo dove risiede la nonna di Happy in Happy Gilmore, in South Park Stagione 6 e nel videogioco GTA Vice City.

E ‘in realtà un doppio strato di Easter Egg, in quanto l’istituzione di Ace Ventura è stata nominata per il produttore Tom Shadyac, che ha istituito la Shady Acres Entertainment e che ha prodotto Ace Ventura: Pet Detective.

Il film mostra che Doctor Strange vive al 177A Bleecker Street, come la sua controparte fumettistica, ma c’è un piccolo easter eggs. Quando vediamo l’indirizzo all’esterno della sua porta d’ingresso, possiamo udire il suono di un cembalo. Suono molto familiare per i fan della serie Sherlock. Inoltre finalmente vediamo l’amato signore delle arti mistiche indossare dei guanti gialli come sempre accadeva nei fumetti Marvel della Silver Age.

Nella prima scena dopo i post credit vediamo una immensa astronave dinanzi la “piccola” astronave che porta in salvo gli Asgardiani. A chi appartiene tale astronave? Secondo noi dovrebbe essere di Thanos che sta iniziando il suo attacco che vedremo compiersi in Avengers Infinity Wars. Se ricordate nella nostra descrizione del trailer di Avengers Infinity Wars assistiamo alla caduta dal cielo proprio di Thor. pensiamo che Thanos attacchi gli Asgardiani perché questi nascondono l’ultima gemma del’infinito che di fatto in Thor Ragnarok non si vede.

In una delle scene iniziali, durante la recita a corte su Asgard Loki si scusa con Thor per averlo trasformato in una rana. Questa è una sottile citazione in riferimento a una saga degli anni 80 scritta e disegnata da Walter Simmons , nella quale Thor diviene “Throg” e combatte a Central Park i ratti.

Durante lo scontro con Hela, Thor perde l’occhio destro. Qualcosa di simile è successo anche nei fumetti. In questi ultimi in una sua versione futura ha perso un occhio e inoltre non ha il suo braccio sinistro.

La canzone sentita “Immigrant Song” dei Led Zeppelin. È stato specificamente scelta perché i suoi testi menzionano la religione nordica.

 

La mazza che utilizza Thor durante lo scontro è molto simile a quella che nei fumetti è utilizzata da Ercole.

I nomi delle varie navi spaziali in questo film sono un cenno al marchio dell’automobile australiana Holden. Sono nomi di modelli di vari modelli iconici, come il Commodore, Torana, Statesman e Kingswood.

Il drago che insegue Thor all’inizio del film potrebbe essere un omaggio a Fafnir un famoso drago dell’Earth-616, re di Nastrond un reame extradimensionale di Asgard. 

In Thor Ragnarok sono presenti alcune scene di combattimento spettacolari e alcune di queste nella loro messa in scena ci hanno dato l’impressione di voler omaggiare uno degli eroi moderni del fumetto come Frank Miller e precisamente nei suoi fumetti 300 e Batman il Ritorno del Cavaliere Oscuro. Una delle immagini che più ci è rimasta impressa è quella che riprende la copertina della graphic novel di Batman. Ovviamente i dovuti confronti li faremo una volta che avremo tra le mani il Blu-ray di Thor Ragnarok

 

Cameo 

Nel film oltre al famoso cameo del regista Taika Waiti che fin da subito è stato presentato come l’alieno Korg, era stato detto che sarebbe apparso anche Matt Demon. Ebbene il film mostra non solo il cameo di Matt Demon che interpreta un fantstico Loki, ma anche due cameo a sorpresa ovvero quello di Sam Neill attore molto amato dal regista nel ruolo di Odino durante la recita e del fratello di Hemsworth, Luke che interpreta… si proprio il personaggio del fratello, ovvero Thor (sempre nella recita su Asgard)

L’amata Black Widow (Scarlet Johansson) fa una piccola apparizione sia visiva, la vediamo nel video del Quinjet, che attraverso il suo mantra spesso recitato da Thor a Banner/Hulk.

Il figlio più giovane di Cate Blanchett, Ignatius Martin Upton, fa un piccolo cameo nel film.

 

 

5352 views

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *