Vedova Nera – Marvel Classic (Earth-616)

Benvenuti in Marvel Fever Character: il database dei personaggi Marvel. All’interno del Database troverete le schede degli Eroi e dei Villain dell’Universo Marvel. Qui descriveremo Black Widow, o Vedova Nera.

Ogni personaggio ha la sua scheda sia per l’Universo a fumetti, chiamato Marvel Classic Earth-616 (MC), sia una o più schede per l’Universo Live-Action di riferimento. 

Prima Apparizione di Vedova Nera:

Prima apparizione in Tales of Suspense n. 52. (1964) scritto da  Stan Lee testi e Don Heck (disegni) che per l’occasione utilizzarono un soprannome: N.Korok, e Don Rico

Biografia:

La storia delle origini scritta da Stan Lee negli anni è stata riscritta e in parte pesantemente modificata.

Tales of Suspense n. 52

Ma nella versione di Stan Lee suo vero nome è Natalia Alianovna Romanova, abbreviato in Natasha Romanoff. Nasce nel 1928 a Stalingrado, Russia, ed è presentata come una ballerina del teatro Bolshoi.

Con lei sta sempre un uomo più grande: Ivan Petrovic che le fa da autista e maggiordomo. Natasha, dopo la misteriosa morte del marito Alexei Shostakov, che si scoprirà essere falsa, diviene, obbligata dal KGB, la più letale degli agenti segreti Russi, entrando a far parte di un programma segreto.

Inizialmente non ha un costume, ma veste un elegante abito con tanto di pelliccia e velina che le nasconde in parte il viso. Vedremo il suo primo costume in Tales of Suspense n. 64, ancora non è aderente come quello che avrà in futuro, ma farà la sua comparsa la micidiale arma conosciuta con il nome di “Morso della Vedova”. Arma che sarà presente in tutti i costumi futuri.

Tales_of_Suspense_64

Il costume nero aderente, da tutti noi conosciuto, comparirà qualche anno dopo in Amazing Spider-Man Vol.I n.86.

 

Queste origini, così narrate, sono state negli ultimi decenni molto rivisitate e in alcuni casi completamente riscritte.

Rivediamo quindi le origini e la storia, alla luce di questi cambiamenti, della spia Russa conosciuta come Vedova Nera. 

Natasha Romanoff, rimasta orfana,  sta per morire nell’incendio della casa in cui vive. È salvata da morte certa dal soldato Ivan Petrovic (Ivan farà una drammatica fine, infatti sarà ucciso da Natasha Romanoff) che da quel momento se ne prenderà cura [Shadows and Light Vol.I 1].

 

Nel 1941 è rapita dal Barone von Strucker e che insieme alla setta chiamata “La Mano”, cercano di trasformarla in una pericolosissima assassina. Ma il pronto intervento di Logan, Capitan America e Ivan sventa il folle piano e salva la ragazza [The Uncanny X-Men n.268].

uncanny_x_men__1963__268

Conclusasi la seconda guerra mondiale Natasha è obbligata a far parte del Programma Vedova Nera.

Il programma prevede di creare una super squadra di spie killer dormienti, che serviranno per l’imminente guerra fredda.

A prender parte al programma sono 26 ragazze orfane scelte proprio da Ivan in luogo conosciuto solo con il nome di “Red Room Academy” o “Red Room Project”. Durante questo periodo tra i suoi istruttori c’è Il Soldato di Inverno (The Winter Soldier) [Capitan America Vol.V 27].

Tra i due nasce l’amore che però dura poco, infatti il soldato di inverno sarà successivamente ibernato.

 

Conclusosi il periodo di allenamento, per evitare tradimenti è sottoposta a un condizionamento mentale che le instilla falsi ricordi.

Dimenticherà così la sua esperienza con Logan e Capitan America. Le verrà fatto credere di essere un’abile ballerina del Bolshoi [Black Widow Vol.III n.4-6] e di essere stata sposata con l’abile pilota Alexei.

Questo permette agli autori di non negare le origini di Stan Lee, ma di presentarle come manipolazione della verità.

 

Il matrimonio con Alexei , che in seguito diverrà Il Guardiano Rosso, dura poco perché Alexei è dato per morto (morirà altre due volte). In questo periodo Natasha diviene la Vedova Nera [Black Widow and the Marvel Girls Vol.I n.1) ovvero la più abile delle famose 26 ragazze allenate per tale obiettivo.

Black_Widow_and_the_Marvel_Girls_Vol_1_1

Si presume che durante questo periodo, all’insaputa della ragazza, le è iniettato un siero sperimentale che bloccherà il suo invecchiamento. Ciò è plausibile proprio per la presenza del soldato di inverno, che per i Russi era motivo di ricerca nel poter realizzare il super soldato come lo era Capitan America.

La prima missione affidata a Natasha come Vedova Nera è quella di aiutare Boris Turgenov ad assassinare il professor Anton Vanko, fuggito in America.

Per riuscire in ciò la ragazza si dovrà infiltrare nelle Stark Industries e manipolare Tony Stark [Tales of Suspense n. 52] per i suoi scopi.

Naturalmente non sa che Tony Stark è anche Iron Man, e sarà proprio l’eroe in armatura a bloccare la “malvagia” coppia Russa.

Iron Man si scontrerà contro Crimson Dynamo (Boris Turgenov) e sarà salvato dal sacrificio di Vanko.

La bella Natasha, cercherà di vendicarsi sfruttando l’abile arciere Occhio di Falco. Ma durante lo scontro Occhio di Falco preferirà salvare la ragazza che vincere Iron Man. Grazie a questo gesto Natasha scapperà dalla Russia innamorandosi di Clint Barton alias Occhio di Falco [Tales of Suspense n. 57].

Vedova Nera

 

La fuga dura poco, infatti, il KGB la rapisce. Dopo un ulteriore condizionamento mentale [Avengers Vol.I n.29], cerca di utilizzarla per distruggere gli Avengers.

 

Vedova Nera

L’amore di Occhio di Falco farà crollare il suo condizionamento mentale, e la ragazza si trasferirà definitivamente negli Usa, ottenendo l’amnistia e divenendo un agente dello S.H.I.E.L.D guidato da Nick Fury e informalmente anche un’appartenente al gruppo degli Avengers.

Una serie di eventi la porta a rompere con Occhio di Falco [Avengers Vol.I n.39] e quindi dagli Avengers.

 

Natasha inizia così una carriera da “solista” spesso operando per Nick Fury, e spesso incontrando altri super eroi Marvel tra cui il mitico Spiderman [Amazing Spider-Man Vol.I n.86].

Ma a San Francisco incontra Matt Murdock alias Devil [Daredevil Vol.I n.81] tra i due scatta qualcosa che li porta non solo a operare insieme contro il crimine, ma anche a divenire la prima coppia convivente nel mondo dei Super Eroi.

Daredevil_Vol_1_81

Quando Matt ritroverà il suo primo amore Elektra, la coppia si sfalderà e Natasha comprenderà che non potrà mai conquistare il cuore di Matt, così si trasferisce nuovamente.

Natasha decide di allontanarsi da Matt e si trasferisce a Los Angels dove diviene leader del gruppo I Campioni (composto da Hercules, Ghost Rider, Angel e Iceman ex membri degli X-men)[ Champions of Los Angeles Vol.I n.1]. Ma il super gruppo ha vita breve. I forti dissapori interni porteranno allo scioglimento dello stesso.


La Vedova Nera decide quindi di tornare a essere un agente free-lance e solo occasionalmente alle dipendenze di Nick Fury e quindi dello S.H.I.E.L.D.

Concluso questo periodo la nostra eroina entra a tempo pieno negli Avengers divenendone anche il co-leader insieme a Capitan America.

In questi anni Natasha scopre che esiste un’altra Vedova Nera il cui nome è Yelena Belova [Black Widow Vol.I n. 2 ].

Black_Widow_Vol_2_1
Anche Yelena fa parte del “Red Room Project ”. Ma Yelena dopo la morte del suo mentore cercherà di dimostrare di essere migliore della Vedova Nera originale.

In seguito Natasha sfrutterà questa sua emula, per eseguire alcune operazioni sotto copertura che bloccheranno i malefici piani di Norman Osborn [Thunderbolts Vol. I n.128- 134].

Thunderbolts Vol 1 134
Dopo gli eventi di Assedio e con l’arrivo di saga Heroic Age, Natasha, sotto richiesta di Capitan America, guida il gruppo dei Secret Avengers [Avengers Vol.V n.1].

Avengers_Vol_5_1_McNiven_Variant

Abilità – Poteri:

  • Le è stato iniettato il ricevuto un siero segreto russo che ha allungato la sua vita bloccando la sua età nonostante sia nata nel 1928.
  • Esperta in arti marziali 
  • Letale assassina

Equipaggiamento – Armi:

  • Indossa i famosi “Morso della Vedova” due bracciali che possono stordire un avversario superumano emettendo scariche elettriche di circa 30.000 volt.
  • Ha vari gadget tra i quali: gas lacrimogeni, trasmettitore radio e un cavo di 100 piedi (oltre 30 metri)
  • Utilizza con grande abilità armi automatiche, coltelli ed esplosivi. 

Curiosità:

  • A fine anni 30 la casa editoriale chiamata Timely Comics, che poi diverrà Marvel dopo essere stata Atlas, pubblicherà un personaggio con il nome di Vedova Nera alias Claire Voyant, ma che non ha nulla a che fare con la nostra eroina. Negli ultimi 20 anni si è cercato in parte di riportarla all’attenzione editoriale, ma sfortunatamente non ha avuto mai il successo sperato. Da ricordare la fugace apparizione che l’abile disegnatore Alex Ross le fa compiere nella miniserie Marvels.

Versioni alternative:

  • Fumetti: 80
  • Animazione: 13
  • Videogioco: 11
  • Live action: 1

 

501 views

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *